FIERA DEL MEDITERRANEO – PALERMO

[:it]DAL 19/05/2016 AL 05/06/2016.

La Fiera del Mediterraneo è una delle principali fiere italiane e mediterranee con sede a Palermo.

La fiera nasce a Palermo nel 1946, viene creata una zona riservata di circa 14 ettari di forma triangolare lontano da centro cittadino, presso le pendici del Monte Pellegrino, presso una delle uscite del Parco della Favorita, raggiungendo nel tempo la superficie di 86 mila mq. Fin dall’inizio rappresenta il più importante polo espositivo della Sicilia sia per dimensioni che per importanza. Era gestito dall’Ente Autonomo Fiera del Mediterraneo, Ente pubblico della Regione Siciliana.[1]

L’ultimo presidente della Fiera, prima del suo commissariamento e del suo declino, fu il dott. Giambattista Torregrossa, nominato nel 1980[2]. Negli anni 2000 la cattiva gestione della Fiera ha portato ad una crisi finanziaria che ha messo fine alle attività dell’Ente Fiera.

Nel 2015 dopo 7 anni di inattività verrà organizzata una nuova fiera campionaria dal 23 maggio al 7 giugno.
Dal 1 Maggio 2016 Viene utilizzato dalla Chiesa Cristiana Parole Della Grazia di Palermo per i loro culti anche in diretta su Youtube.

La Fiera è cresciuta negli anni in maniera assai articolata; all’interno dell’area (originariamente assoggettata ad uso civico, ed adiacente alla Riserva Naturale di Monte Pellegrino) oltre a grandi e capienti padiglioni, sono presenti (nella zona nord, la più antica) alcuni edifici più piccoli risalenti ai primi anni di vita dell’ente, di particolare interesse storico. L’intero quartiere fieristico è esteso per 83 000 m². Attualmente il padiglione più importante è il numero 20, sia per dimensione che per posizione. È stato recentemente ristrutturato il padiglione 5a, che è anche utilizzabile come sala convegni, insieme al padiglione 4. Caratteristica unica della Fiera di Palermo è la presenza di ampi spazi alberati, e l’originale ubicazione alle falde di Monte Pellegrino, che ne costituisce il suggestivo sfondo. Sono in fase di avvio (maggio 2008) i lavori di riqualificazione del padiglione 16, che verrà trasformato in una sala congressi modulare da 1500 posti.[:en]FROM 05/19/2016 TO 05/06/2016.

The Mediterranean Fair is one of the main Italian and Mediterranean exhibitions based in Palermo. The fair was born in Palermo in 1946, it creates a private area of ​​about 14 hectares of triangular shape away from the city center, at the slopes of Monte Pellegrino, at one of the outputs of the Parco della Favorita, reaching in time the area of ​​86 thousand sq.m. . From the beginning is the most important exhibition center in Sicily both in size and importance. It was run by the Ente Autonomo Fiera del Mediterraneo, Public Institution of the Sicilian Region.

The last president of the Fair, before its receivership and its decline, it was Dr. Giambattista Torregrossa, appointed in 1980 .

In the 2000s mismanagement of the Fair has led to a financial crisis that has put an end to the activities Ente Fiera. In 2015, after seven years of inactivity will be organized a new trade fair from May 23 to June 7. Since May 1, 2016 is used by the Church Christian Words Of Grace Palermo for their cults also live on Youtube. The Fair has grown over the years in a very articulated; within the (originally subject to civic use, and adjacent to the Natural Reserve of Monte Pellegrino) as well as large and roomy halls, there are (in the north, the oldest), some smaller buildings dating back to the first years of life entity, of particular historical interest. The entire exhibition center is spread over 83,000 m². Currently the most important pavilion is the number 20, both in size and position. It was recently renovated pavilion 5a, which is also used as a meeting room, along with Hall 4. A unique feature of the Palermo Fair is the presence of large old trees, and the original location at the foot of Monte Pellegrino, which is its dramatic backdrop. Are being launched (May 2008) the redevelopment works of Hall 16, which will be transformed into a conference room modular 1500 places.[:]

TEMPO LIBERO 2016 – BOLZANO

[:it]STAND A05/26

DAL 22/04/2016 AL 25/04/2016

www.pedartigiani.com

Nel 2016 Tempo Libero compie 40 anni. Una fiera di lunga tradizione, ma sempre giovane e molto amata dal pubblico del Trentino Alto Adige per il suo coinvolgente mix di novità, divertimento e offerte speciali per il vostro tempo libero.

Tempo Libero è la fiera per vacanze, outdoor, camping, sport e giardino, visitata ogni anno da oltre 45.000 persone.

La manifestazione è l’occasione per provare, confrontare e acquistare a “prezzo fiera” tantissime novità e prodotti. Rappresenta l’appuntamento da non perdere per approfittare degli sconti offerti da oltre 300 aziende presenti e per trovare l’offerta migliore per le proprie vacanze o viaggi, per il campeggio, per gli sport, per i prodotti gastronomici, per la casa e per il giardino, per auto o moto, ma anche per prodotti di bellezza e benessere.

La fiera rappresenta un vero e proprio polo per fare esperienze coinvolgenti dedicate a tutti coloro che amano sentirsi attivi, muoversi all’aria aperta, viaggiare e sentirsi in forma.[:en]

STAND A05 / 26

FROM 04/22/2016 TO 04/25/2016

www.pedartigiani.com

Leisure in 2016 is 40 years old. A fair of long tradition, but always young and much loved by the public of the Trentino Alto Adige for its engaging mix of news, entertainment and special offers for your leisure time.

Leisure is the fair for holidays, outdoor, camping, sports and garden, visited annually by over 45,000 people.

The event is an opportunity to test, compare and buy at "fair price" many innovations and products. Is the event not to be missed to take advantage of discounts offered by more than 300 companies, and to find the best offer for their holidays or travel, for camping, for sport, for food products, for the house and for the garden, car or motorcycle, but also for health and beauty products.

The fair is a real center to make engaging experiences dedicated to all those who love to be active, move outdoors, travel and feel healthy.

[:]

530ª Fiera di Lonigo (VI)

[:it]Dal 18 Marzo al 21 Marzo 2016.

Oltre 100.000 visitarori alla 529^ edizione della fiera leonicena, una delle più antiche del Veneto. Nonostante la crisi numerosi anche gli espositori.

La “FIERA di LONIGO” trae le sue antiche origini dalle tradizioni popolari e religiose del Basso Vicentino.

Infatti , essa nasce storicamente dal 25 marzo del 1486 ( quindi prima della scoperta dell’America )  e secondo la storia che si tramanda fu l’avventura di due ladri assassini che si nascosero nella Chiesetta di S.Pietro sita in frazione Pavarano (ora Madona di Lonigo) e qui , accadde il prodigio : uno dei due delinquenti sfregiarono l’mmagine della Madonna “ la quale si riparò l’occhio ferito con la mano sinistra , mentre con la destra si piegò sulla ferita che aveva avuto nel petto “.

Da questo fatto straordinario e prodigioso ,  la Chiesetta fu dedicata proprio alla Madonna dei Miracoli .

Inoltre fu proprio il Papa Innocenzo VIII° che per Sua volontà fece edificare sul luogo il “ SANTUARIO dedicato alla MADONNA  dei MIRACOLI “ e che per oltre tre secoli , per la fama del miracolo ,  fu frequentato  dai fedeli , provenienti anche dai paesi lontani , per venerare la Madonna .

Ed è proprio dall’incontro di questi fedeli , i quali scambiavano le loro merci, che nasce la prima forma della  “FIERA DI LONIGO che successivamente nell’800 , spostata entro le Mura di Lonigo, divenne famosa soprattutto per l’esposizione e il commercio dei cavalli .

LA “ FIERA di LONIGO “ dei giorni nostri

Dal 1986 , anno del 500° Anniversario (1486 – 1986) vedi il Logo-tondo del  simbolo commemorativo , la Fiera di Lonigo  ha riacquistato  il suo  ruolo centrale nell’economia di tutto il territorio dell’Area Berica , vicentina e veronese  .

Questo ruolo , vivo e dinamico, si riconferma ogni anno all’ultima settimana di Marzo , attraverso la crescente partecipazione di operatori ed espositori , in particolare quello della meccanica applicata alla coltivazione e allo sfruttamento del territorio agricolo . Negli ultimi anni la manifestazione fieristica ha assunto una dimensione e una fisionomia specializzata soprattutto per il settore vitivinicolo e la maturata potenzialità delle macchine agricole , a cui si è aggiunto con notevole presenza dei prodotti dell’artigianato e del commercio locale .

E sono questi i presupposti che caratterizzano la nostra gente , sempre laboriosa e attenta alle grandi trasformazioni , la quale fa del lavoro la propria significativa dignità e del modo di essere .

Con la Fiera di Lonigo , i leoniceni non fanno festa solamente per se stessi , ma la fanno assieme al grande afflusso di visitatori della manifestazione che ogni anno frequentano la nostra Città .

Oltretutto Lonigo si propone ai visitatori anche come splendida realtà come una Città d’Arte e di cultura , con i suoi palazzi , i suoi edifici monumentali e le sue Ville Venete  ( La Rocca Pisana , Villa S.Fermo , Il Teatro Comunale , la Villa Pisani di Bagnolo il Duomo , La Chiesa Vecchia , Il Santuario della Madonna dei Miracoli ecc. )

Non mancano infine , come degna cornice , manifestazioni di carattere culturale-storico e artistiche .

Sono particolarmente gradite le iniziative di carattere gastronomico , in quanto permettono di gustare i prodotti tipici della cucina Veneta , accompagnati dalla degustazione dei rinomati Vini locali D.O.C.  .

La città di Lonigo in questo mese , si apre in maniera profittevole alle opportunità Europee e tra queste va citata con particolare attenzione l’amicizia con la Città di ABENSBERG , città tedesca- bavarese , gemellata con Lonigo , che da molti anni partecipa puntualmente a questo evento , con la loro musica e la loro birra, portano una nota di festa e di diversità  .[:en]From March 18 to March 21, 2016.
Over 100,000 visitors to the 529 th edition of Leonicena fair, one of the oldest in the Veneto. Despite the crisis also numerous exhibitors.
The “LONIGO FAIR” draws its origins from ancient folk and religious traditions south of Vicenza.
In fact, it stems historically from 25 March 1486 (before the discovery of America) and according to the story that has been handed down was the adventure of two thieves killers who hid themselves in the small Church of St. Peter, located in the hamlet Pavarano (now Madona Lonigo) and here, the miracle happened: one of the two criminals disfigured the wallaper of Our Lady “who took cover the injured eye with his left hand, while his right leaned over the wound he had had in his chest.”
From this extraordinary and miraculous, the church was dedicated to the Madonna of Miracles.
Moreover it was Pope Innocent VIII that by His will, he built on the site the “Sanctuary dedicated to the Madonna of Miracles” and who for over three centuries, the fame of the miracle, was attended by the faithful, coming even from distant countries, for venerate the Madonna.
And it is precisely from the encounter of these faithful, who exchanged their goods, which was founded the first form of the “FAIR OF LONIGO that later in 800, moved by the Lonigo Mura, became famous especially for the exhibition and trade horses.
LA “LONIGO FAIR” of our day
Since 1986, the year of the 500th Anniversary (1486-1986) see the Logo-round the commemorative symbol, Fiera di Lonigo has regained its central role in the economy of the whole area Berica Area, Vicenza and Verona.
This role, alive and dynamic, is reconfirmed every year the last week of March, through the growing participation of operators and exhibitors, in particular that of the mechanics applied to the cultivation and exploitation of agricultural land. In recent years the exhibition has taken on a dimension and a specialized aspect especially for the wine sector and gained the potential of agricultural machinery, to which has been added with considerable presence of handicraft and local trade products.
And these are the conditions that characterize our people, hardworking and always attentive to the great transformations, which does the job its significant dignity and way of being.
With Fiera di Lonigo, the leoniceni do party only for themselves, but they do together with the great influx of visitors to the event every year attend our Town.
Moreover Lonigo also offers visitors how splendid reality as a City of Art and Culture, with its buildings, its monuments and its Venetian Villas buildings (La Rocca Pisana, Villa S.Fermo, the Teatro Comunale, the Villa Pisani in Bagnolo the Cathedral, the Old Church, the Sanctuary of Our Lady of Miracles etc.)
Finally, there are, as a worthy setting, manifestations of cultural-historical and artistic.
Are especially welcome with a gastronomic initiatives, by allowing you to taste the typical products of the Venetian cuisine, accompanied by the famous local wines D.O.C. .
The city of Lonigo in this month, opens with profit to European opportunities and among them mention should be focusing on the friendship with the City of Abensberg, Bavarian tedesca- city, twinned with Lonigo, who for many years regularly participates in this event, with their music and their beer, bring a festive note and diversity.[:]

Arredo 2016 – Fiera di Bolzano Messe Bozen

[:it]Dall’ 11 Marzo al 13 Marzo 2016.
Dal 19 Marzo al 20 Marzo 2016.

Collocata in una regione bilingue, Fiera Bolzano funge da punto d’incontro tra le aziende provenienti dalle zone di lingua tedesca del Nord Europa e quelle di lingua italiana.

Le nostre manifestazioni si concentrano principalmente su tematiche dove la regione Trentino Alto Adige vanta competenze e know-how riconosciuti a livello nazionale e internazionale:

Turismo e ricezione alberghiera

Sport invernali e tecnologia alpina

Agricoltura e industria alpina

Edilizia sostenibile ed energie rinnovabili

Annualmente Fiera Bolzano attira con le sue manifestazioni oltre 3.000 espositori e più di 230.000 visitatori da tutta Europa.

Bolzano possiede un’antica tradizione fieristica: le prime testimonianze di scambi commerciali con regioni dell’arco alpino, non solo italiane ma anche estere, risalgono al 1070. La posizione geografica della città, il suo indiscutibile ruolo di ponte tra il nord e il sud dell’Europa, hanno sempre favorito i rapporti commerciali, economici e culturali con i Paesi vicini. La prima fiera moderna – la Campionaria – ebbe luogo nel 1948.

Negli anni ’70, grazie alla favorevole congiuntura economica, ebbe inizio una fase di sviluppo per l’Ente fieristico bolzanino. Sollecitati anche dalle varie categorie economiche della Provincia, gli amministratori dell’Ente decisero di ampliare il programma delle manifestazioni fieristiche, dando vita ad una serie di mostre specializzate. Nacquero la “Fiera Agricola”, la “Bolzano Hotel”, la “Tempo Libero” e la “Ufficio-Büro”. Nel 1983 seguì “Mitea” – che nel 1991 divenne “Bauschau”, Fiera specializzata per l’edilizia, movimento terra, isolamento, termologia -, nel 1984 si aggiunsero “Lignomec”, Mostra specializzata delle macchine e dei prodotti per la lavorazione del legno, nonché la “Mostra d’Arte ed Antiquariato”.

Con il tempo vennero organizzate fiere specializzate nei settori economici più importanti dell’Alto Adige, per permettere sia  l’incontro di domanda ed offerta sia lo scambio e la diffusione del know-how acquisito: tecnologia di montagna e sport invernali (“Alpitec” nel 1997, “Prowinter” nel 2001 e “Alpitec China” nel 2009), agricoltura e melicoltura (“Agrialp” nel 1971 e “Interpoma” nel 1998, “Agridirect” nel 2016), turismo, ospitalità ed alimentazione (“Hotel” nel 1977, “Autochtona” nel 2004, “Biolife” nel 2005, “Nutrisan” nel 2012).

A partire dagli anni duemila una serie di fiere “Klima” dedicate al tema della sostenibilità e dell’efficienza energetica: “Klimahouse” nel 2006 con le edizioni itineranti in Italia al Nord (“ComoCasaClima” nel 2015), Centro (“Klimahouse Toscana nel 2014) e Sud (“Klimahouse Puglia” nel 2012), cosí come “Klimaenergy” nel 2008, “Klimamobility” nel 2011 e “Klimainfisso” nel 2013.

Una presenza importante nel calendario è rappresentata sicuramente dalle diverse fiere di pubblico: oltre alla storica “Tempo Libero”  (1983), “Arredo” (1992), “Civil Protect” (2007) e “Kreativ” (2014).

Dal 1° gennaio 2003 Fiera Bolzano è una Società per Azioni e si è adeguata, così, alla normativa europea che da tempo richiedeva al nostro Paese la revisione di varie norme sia statali che regionali relative agli organi fieristici. Gli azionisti principali sono la Provincia Autonoma di Bolzano (ca 62 %), la Regione Trentino Alto Adige (21%), la Camera di Commercio di Bolzano (5%), il Comune di Bolzano (4%) oltre alle quote minori di Fondazione Cassa di Risparmio, Banca Popolare dell’Alto Adige, Banca di Trento e Bolzano, Banca Raiffeisen ed altre associazioni di categoria.

Le nostre fiere e i nostri congressi s’ispirano alla cultura della sostenibilità, di cui fa parte anche la stima che nutriamo per il nostro personale e l’impegno di difendere l’ambiente. Vogliamo che proprio questa cultura della sostenibilità sia al centro dei nostri sforzi futuri, facendone la rampa di lancio per nuove proposte e formule fieristiche. Inoltre, siamo convinti che riusciremo a restare vincenti solo progettando iniziative che non gravino né sui nostri collaboratori, né sull’ambiente. Ecco perché crediamo nel valore dei rapporti interpersonali improntati al rispetto reciproco ed alla correttezza, tanto al nostro interno, quanto nei confronti di clienti e fornitori. La nostra cultura d’impresa è incentrata sulla collaborazione armonica e proficua fra tutti i nostri dipendenti, appartenenti ai vari gruppi linguistici dell’Alto Adige o provenienti da altre regioni e paesi e ci adoperiamo affinché il bilinguismo diventi per tutti un fattore semplicemente scontato.[:en]From 11 March to 13 March 2016.
From March 19 to March 20, 2016.
Located in a bilingual region, Bolzano Fair serves as a meeting point between companies from the German-speaking areas of northern Europe and those of the Italian language.
Our events focus primarily on issues where the Trentino Alto Adige region boasts skills and know-how recognized at national and international level:
Tourism and hotel reception
Alpine winter sports and technology
Alpine agriculture and industry
sustainable construction and renewable energies
Bolzano Fair annually attracts with its manifestations more than 3,000 exhibitors and over 230,000 visitors from all over Europe.
Bolzano has an old tradition in the fair: the first evidence of trade with the Alpine regions, not just Italian but also foreign, date back to 1070. The geographical position of the city and its unquestionable role as a bridge between the north and south Europe have always favored commercial, economic and cultural relations with neighboring countries. The first modern fair – the Trade Fair – took place in 1948.
In the ’70s, thanks to the favorable economic situation, began a phase of development for the Bolzano Exhibition Authority. Prompted also by the various economic categories of the Province, administrators of the decided to expand the program of exhibitions, creating a series of specialized exhibitions. I was born the “Agricultural Fair”, the “Bolzano Hotels”, the “Leisure” and “Office-Büro”. In 1983 he followed “Mitea” – which in 1991 became “Bauschau” trade fair for the building, construction, insulation, thermology – in 1984 were added “Lignomec”, specialized exhibition of machinery and products for woodworking and the “Exhibition of Art and Antiques”.
By the time they were organized specialized exhibitions in the most important economic sectors of South Tyrol, to allow both the demand and supply meet both the exchange and dissemination of know-how: Mountain technology and winter sports ( “Alpitec” in 1997 “Prowinter” in 2001 and “Alpitec China” in 2009), agriculture and apple cultivation ( “Agrialp” in 1971 and “Interpoma” in 1998, “Agridirect” in 2016), tourism, hospitality and food ( “Hotel” in 1977 “Autochtona” in 2004, “Biolife” in 2005, “Nutrisan” in 2012).
Since the two thousand years a series of exhibitions “Klima” dedicated to the theme of sustainability and energy efficiency: “Klimahouse” in 2006 with editions in Italy travel to the North ( “ComoCasaClima” in 2015), Center ( “Klimahouse in Tuscany 2014) and South ( “Klimahouse Puglia” in 2012), as well as “Klimaenergy” in 2008, “Klimamobility” in 2011 and “Klimainfisso” in 2013.
A major presence in the calendar is certainly represented by the various public exhibitions: in addition to the historical “Free Time” (1983), “Furniture” (1992), “Civil Protect” (2007) and “Kreativ” (2014).
From 1 January 2003 Bolzano Fair it is a joint stock company and has adapted well to the European legislation that has long demanded to our country by reviewing the various rules relating to both State and regional trade bodies. The main shareholders are the Autonomous Province of Bolzano (about 62%), the Trentino Alto Adige Region (21%), the Chamber of Commerce of Bolzano (5%), the City of Bolzano (4%) in addition to the reduction in the amounts of Foundation Savings Bank, People’s Bank of South Tyrol, Trento and Bolzano Bank, Raiffeisen Bank and other associations.
Our trade fairs and congresses are inspired by our culture of sustainability, which is also part of the esteem we have for our staff and the commitment to defend the environment. We want precisely this culture of sustainability is central to our future efforts, making it the launching pad for new proposals and exhibition formulas. In addition, we are convinced that we will be successful only planning initiatives that will not burden or on our employees, or the environment. That’s why we believe in the value of interpersonal relationships based on mutual respect and fairness, both within us, as to customers and suppliers. Our corporate culture is focused on the harmonious and fruitful collaboration among all our employees, belonging to different linguistic groups in South Tyrol or from other regions and countries and made sure that bilingualism will become for everyone a factor simply granted.[:]

Stockholm Furniture & Light Fair

[:it]Dal 9 Febbraio al 13 Febbraio 2016.

La settimana più importante dell’anno per il design scandinavo.

Stockholm Design Week e Stockholm Furniture & Light Fair insieme

formano il più grande luogo di incontro del mondo per il design scandinavo.

 [:en]From 9 Febbraio to 13 Febbraio 2016.

The most important week of the year for Scandinavian design.

Stockholm Design Week and Stockholm Furniture & Light Fair together

form the world’s largest meeting place for Scandinavian design.[:]

Centro commerciale Palladio di Vicenza

[:it] 

Dal 11 Gennaio 2016 al 31 Gennaio 2016.[:en]Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquip ex ea commodo consequat. Duis aute irure dolor in reprehenderit in voluptate velit esse cillum dolore eu fugiat nulla pariatur. Excepteur sint occaecat cupidatat non proident, sunt in culpa qui officia deserunt mollit anim id est laborum.

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquip ex ea commodo consequat.

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquip ex ea commodo consequat. Duis aute irure dolor in reprehenderit in voluptate velit esse cillum dolore eu fugiat nulla pariatur. Excepteur sint occaecat cupidatat non proident, sunt in culpa qui officia deserunt mollit anim id est laborum.[:]

X
Add to cart